Crea sito

Che cosa è il codice Redox

E’ un tentativo di rendere più semplice la complicata scienza della “segnalazione redox”

Specificamente il codice redox è una descrizione semplificata del processo di riparazione

e rigenerazione cellulare, cioè a dire  come le cellule  guariscono se stesse  dai danni e dalla malattia.

Il corpo umano è composto da trilioni e trilioni di cellule…

La definizione più semplice di cellula è: una sacca microscopica di “acqua salata “ chiamata citosolo. Questa  “sacca” è una fabbrica complessa, formata da  proteine di derivazione genetica.

All’interno della cellula che produce energia troviamo un piccolo organo chiamato mitocondrio, il cui lavoro più importante è quello di produrre un carburante chiamato ATP (adenosintrifosfato) che alimenta gli altri macchinari microscopici all’interno delle cellule.

Regolatori proteici stabiliscono quanto  carburante ATP  deve essere usato e quando.

La chiave di questo processo è determinata da tante diverse molecole che si trovano sia all’interno che all’esterno della cellula. Queste molecole  sono”messaggeri di segnalazione”, che  comunicano tra le varie parti  del macchinario della cellula per determinare come questa debba operare e rispondere, sia a normali  cambiamenti  nell’ambiente,  come anche ad allarmi causati da una minaccia, danni, mancanza di ossigeno, cambiamenti di temperatura ecc.

Questi messaggeri cellulari,per quanto ne sappiamo, sono migliaia e svolgono compiti e funzioni chiave all’interno e all’esterno della cellula, e  ne vengono scoperti continuamente di nuovi.

Ma solo due sono quelli che ci interessano.

Recentemente la scienza ha stabilito  che per il processo di guarigione e per la regolazione del sistema immunitario  è indispensabile l’ equilibrio chimico di piccole  molecole reattive chiamate redox .

Il nome redox deriva dalla capacità di  questi messaggeri di RED (ridurre) e OX (ossidare)  delle molecole nel loro ambiente.  Riduzione e ossidazione significano semplicemente che le molecole devono cedere elettroni ad altre molecole (ossidare) o accettare elettroni da altre molecole.(ridurre)

Le due molecole redox che ci interessano sono le ROS ( specie ad ossigeno ridotto) e le RS (specie di riduzione). Sono le molecole universali di segnalazione nel corpo più piccole e  fondamentali. E sono parte integrante del processo di guarigione.

Ogni cellula lavora per mantenere un corretto equilibrio chimico tra centinaia di migliaia di tipi di molecole al suo interno.

Una salute ottimale dipende da un equilibrio stabile in cui il ritmo a cui le molecole vengono prodotte in una cellula è lo stesso a cui vengono demolite e riciclate altrove. Questo equilibrio si chiama omeostasi.

Quando l’equilibrio omeostatico all’interno di una cellula viene disturbato si ha o un eccesso oppure una carenza  di certi tipi di molecole. Se c’è carenza di un certo tipo di molecola, la cellula può rispondere aumentandone la produzione.

Se vi è un eccesso di un certo tipo di molecola, la cellula può aumentare la produzione dell’enzima che la demolisce.

La chiave alla salute è assicurarsi che le cellule dispongano delle materie prime necessarie a mantenere un sano equilibrio chimico.

COSA  SIGNIFICA QUESTO PER TE?

I messaggeri redox di cui abbiamo parlato, vengono prodotti costantemente nella cellula e costantemente eliminati alla stessa velocità,  da una serie di enzimi di protezione che probabilmente conoscete  col nome di antiossidanti.

Circa metà dei messaggeri redox possono essere catalogati come “ossidanti” e l’altra metà come “riducenti”.

Ogni volta che viene prodotto  un ossidante, allo stesso tempo deve essere prodotto un riducente, per controbilanciarlo. (Tra parentesi riducente è un solo un nome scherzoso  di indicare la controparte chimica degli ossidanti).Ossidanti e riducenti devono essere in equilibrio tra loro.

Gli ossidanti hanno una cattiva reputazione perché molti di loro sono radicali liberi, con elettroni dispari molto potenti, che attaccano qualsiasi cosa con cui vengano a contatto, danneggiano il DNA, fanno buchi nelle membrane cellulari, distruggono proteine ecc.

Anche i Riducenti sono pericolosi, dal momento che sottraggono elettroni alle molecole,   causandone anche  la distruzione.

Solitamente si pensava agli “Antiossidanti” come agli eroi della cellula, dal momento che  neutralizzano i pericolosi ossidanti e riducenti, lasciando nella loro scia innocue  molecole di acqua salata.

Ma gli “Ossidanti” storicamente considerati “i cattivi” vengono ora riconosciuti come fondamentali per  un sano funzionamento cellulare. Non ci potrebbe essere vita senza  ossidanti o  riducenti.

L’equilibrio omeostatico richiede che ossidanti e riducenti vengano prodotti ed eliminati in parti uguali e perfettamente bilanciate.

Fino a quando vi sono parti uguali di riducenti ed ossidanti, gli antiossidanti possono neutralizzarli prontamente alla velocità con cui vengono prodotti.

Quindi, gli antiossidanti per poter funzionare hanno bisogno di parti uguali di ossidanti e riducenti;  solo così sono in grado di mantenere lontano dalle aree protette della cellula, le molecole potenzialmente pericolose, neutralizzandole e riciclandole.

.

Chi  usa gli ossidanti è  il sistema immunitario che ne ha bisogno in grandi quantità come arma di prima scelta  per combatter pericolosi invasori come virus e batteri, ma ripetiamo devono essere tenuti sotto controllo e immediatamente neutralizzati da antiossidanti attivati dai riducenti!

E ci risiamo, né carenza, né eccesso ma equilibrio tra ossidanti e riducenti!

La chiave per capire come il corpo guarisce se stesso è dunque questa.

Quando l’equilibrio omeostatico viene disturbato si verifica o un accumulo o una carenza della normale quantità di proteine.

 

La produzione di messaggeri redox diventa squilibrata, risultando in una sovrapproduzione di ossidanti rispetto ai riducenti o viceversa.

 

In effetti  il danno cellulare si manifesta come eccesso di ossidanti o riducenti.

 

Questa condizione viene chiamata stress ossidativo e si verifica in quasi tutte le cellule difettose o sottoposte a stress, in ogni forma di vita. (umana, animale e vegetale!)

 

Lo stress ossidativo dà un chiaro segnale che un danno cellulare è avvenuto da qualche parte e che la cellula è difettosa.

Quando gli ossidanti in eccesso non sono bilanciati dai riducenti e non possono essere efficacemente neutralizzati dagli antiossidanti, la cellula manda un allarme al sistema immunitario e alle cellule che la circondano, tramite i messaggeri redox.

Le cellule immunitarie scattano all’azione nelle zone più danneggiate seguendo la traccia del segnale lasciato dal messaggero redox.

Se lo squilibrio o la condizione di stress ossidativo non può essere corretta dai tentativi della cellula di ripararsi, gli ossidanti continuano ad accumularsi.

Dopo circa  due ore la cellula danneggiata in maniera irreversibile, dà inizio ad una sequenza di suicidio programmato, chiamato apoptosi.

In breve la cellula si uccide e si auto demolisce per potere essere sostituita da una cellula SANA. Così comincia il processo di guarigione.

Ci sono TRE cose che le cellule devono fare e che le aiuta  a vincere la lotta quotidiana contro i danni e l’invecchiamento:

 

La prima è quella di difendersi e proteggersi. Quando non ce la fanno, e vengono danneggiate, allora si danno da fare per riparare il danno. Quando la cellula non  può essere riparata. allora deve essere sostituita..

LA FUNZIONE delle molecole di segnalazione redox è proprio quella di agire da sistema di comunicazione per la protezione, riparazione e sostituzione della cellula. E’uno sforzo di collaborazione tra trilioni di cellule per mantenere il corpo sano.

Se non sei in buona salute, la ragione può essere sempre attribuita ad un gruppo di cellule che sono state danneggiate o che non stanno funzionando in maniera corretta. Ecco perché il processo costante  di riparazione e sostituzione delle cellule danneggiata e la CHIAVE al mantenimento di una buona salute.

Modi di vivere stressanti e l’ambiente in cui viviamo sottopongono sempre più il corpo ad un grosso carico; cibi di scarso valore nutritivo, prodotti chimici e tossine, stati ansiosi e tensione, persino il sole e l’esercizio fisico possono contribuire nel loro insieme a un danno cellulare e ad deficit del sistema immunitario.

Il corpo lavora più che mai per mantenere l’omeostasi e un corretto equilibrio.

Quando ti trovi di fronte a malattie autoimmunitarie o a malattie croniche è perché le cellule reattive prodotte dal corpo non sono bilanciate e le cellule non sono in grado di rispondere in maniera corretta allo stress ossidativo o a riparare al danno in corso.

Il processo di guarigione viene influenzato negativamente.

La chiave alla salute e assicurarsi che le cellule abbiano le materie prime necessarie a mantenere l’equilibrio omeostatico. Se le cellule sono sane,tutto il corpo godrà di buona salute.

Adesso si può fare qualcosa di più per mantenere sane cellule e corpo:

ASEA E’ L’UNICO PRODOTTO SUL MERCATO, A BASE RIGOROSAMENTE SCIENTIFICA CHE  SIA IN GRADO DI  FORNIRE  UN’INTEGRAZIONE EQUILIBRATA DI MOLECOLE REATTIVE,  CHE RISPECCHIANO QUELLE PRODOTTE NATURALMENTE DA CELLULE SANE, PER  PROTEGGERE E  FORTIFICARE IL CORPO.

 

IN CONCLUSIONE ASEA E’UN SUPPLEMENTO NATURALE UNICO CHE AIUTA A MANTENERE IN EQUiILIBRIO LA CHIMICA CELLULARE E A SOSTENERE  IN GENERALE LA FUNZIONE DEL SISTEMAIMMUNITARIO.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.