Patologie dell’occhio e Stress Ossidativo

Oggi voglio portare alla vostra attenzione due patologie che riguardano l’occhio e che sono causate da un forte stress ossidativo.

L’occhio, a causa della sua particolare struttura anatomica e del suo continuo contatto con l’ambiente esterno, rappresenta uno degli organi che più frequentemente subisce gli insulti esercitati dai radicali liberi.

In particolare facciamo riferimento a due patologie importanti che sono rappresentate dalla Cataratta e dalla Degenerazione Maculare Senile.

Quali sono le cause che possono determinare l’insorgere di queste due patologie?

1- la continua esposizione alla radiazione visibile con conseguente produzione di forme reattive dell’ossigeno (reazione fotochimica);

2- la presenza di perossido di idrogeno a livello dell’umor acqueo;

3- la maggiore concentrazione di ossigeno presente a livello retinico come conseguenza dell’elevato flusso ematico che caratterizza questa struttura;

4- l’iperaccumulo di lipofuscina a livello dell’epitelio pigmentato retinico in grado di svolgere azione fotosensibilizzante.

Altre cause possibili dell’insorgere della Cataratta:

Anche se si tratta di una patologia tipica della senescenza, può interessare anche età meno avanzate, ma in questi casi si tratta di cataratta legata a fattori secondari (diabete, fenomeni infiammatori, cause iatrogene e congenite).

Altre cause possibili della Degenerazione Maculare:

Le cause della malattia sembrano essere genetiche e legate all’ambiente. Il fumo è considerato un fattore di rischio grave, dose dipendente, mentre meno chiare e poco consistenti sono correlazioni con esposizione alla luce solare, ipertensione, obesità, chirurgia della cataratta.

Visione in caso di degenerazione maculare.

Numerosi studi scientifici hanno ampiamente dimostrato sia con analisi epidemiologiche di tipo osservazionale sia con studi in vitro, che queste condizioni rappresentano un substrato ottimale affinchè i radicali liberi possano determinare l’insorgenza o la progressione di cataratta e degenerazione maculare senile.

La comparsa di processi flogistici a carico dell’occhio o l’esposizione a radiazioni di vario tipo o ad agenti chimici possono essere direttamente responsabili del notevole aumento della fisiologica concentrazione di perossido di idrogeno a livello corneale con conseguente incremento di specie reattive dell’ossigeno responsabili di azione ossidativa della cornea.

L’azione ossidativa esercitata dai radicali liberi a livello corneale si estrinseca con la comparsa di alterazioni strutturali e funzionali a carico sia dell’epitelio sia dello stroma corneale associati a processi apoptosici che vedono come protagonisti i cheratociti e i fibroblasti stromali.

Abbiamo prima detto che una delle condizioni favorenti l’azione lesiva dei radicali liberi a livello oculare è rappresentato dall’accumulo di lipofuscina nell’epitelio pigmentato retinico.

A tal proposito è stato dimostrato che l’iperaccumulo di questa sostanza si verifica in seguito a processi di perossidazione lipidica dovuti a fenomeni di autossidazione o a continua esposizione a radicali liberi che si vengono a produrre come risultato della protratta esposizione dell’occhio alla luce visibile e all’alta pressione di ossigeno.

Altro meccanismo importante potenzialmente responsabile dell’insorgenza o della progressione della degenerazione maculare è quello della fotoattivazione di precursori dell’emoglobina presenti nel sangue con conseguente produzione di radicali liberi in grado di danneggiare le cellule dell’epitelio pigmentato retinico e la lamina di Bruch.

Da quanto detto, appare evidente il ruolo importante dello stress ossidativo nell’insorgenza di alterazioni strutturali e funzionali oculari responsabili di patologie in grado di compromettere in modo serio la qualità di vita di coloro che ne sono afflitti.

Ai fini preventivi e terapeutici risulta quindi importante eseguire un’attenta valutazione dello stress ossidativo, oggi resa possibile attraverso l’esecuzione di indagini bio-umorali specifiche.

About asearedox