Recettore è un…

Recettore è un termine generico che si riferisce ad una qualsiasi entità che sia in grado di ricevere, legare qualcosa.

Il termine è usato in vari ambiti, ma riveste particolare importanza in ambito biologico:

  • Recettore (biochimica): struttura proteica che, interagendo con uno specifico ligando, media una risposta biologica.
  • Recettore (immunologia): struttura proteica sulla superficie delle cellule del sistema immunitario.
  • Recettore sensoriale: in anatomia, terminazione nervosa, appartenente al sistema sensitivo, che riconosce uno stimolo (tattile, dolorifico, termico, luminoso…) e lo trasduce in impulso elettrico riconoscibile dal sistema nervoso.
  • Recettore (farmacologia): qualsiasi struttura biologica bersaglio dei farmaci che fornisce risposta biologica.

In biochimica, un recettore è una proteina, transmembrana o intracellulare, che si lega con un fattore specifico, definito ligando, causando nel recettore una variazione conformazionale in seguito alla quale si ha l’insorgenza di una risposta cellulare o un effetto biologico.

Schema di un recettore di membrana: il ligando (verde) lega il recettore (arancione) determinandone una modifica conformazionale che attiva dei sistemi di trasduzione intracellulari (rosso) del segnale

Il senso farmacologico, invece, è più lato, essendo il recettore una molecola qualsiasi, bersaglio del farmaco in questione.

Le due concezioni quindi sono leggermente diverse:

  • nel primo caso, il recettore sovente si trova inserito in una membrana cellulare, che sia quella plasmatica, mitocondriale o nucleare
  • nel secondo caso può anche trattarsi di un enzima o di altre molecole solute (pensiamo, per esempio, alle molecole presenti nel sangue).
Tags:

About asearedox